Home Essays Fulmini e Saette. - Professionisti
Fulmini e Saette. - Professionisti PDF Stampa E-mail
Indice
Fulmini e Saette.
Alexandra
Amore
Angeli
Antimafia
Ateismo
Chiacchiere
Chiesa
Cineasta
Coerenza
Colori
Complessità
Complicità
Comunismo
Conformismo
Crisi
Deità
Continuità
Democrazia
Dignità
Disparità
Economia
Emulazione
Epigoni
Esperienza
Evoluzione
Famiglia
Fariseismo
Fede
Figlio dell'uomo
Filologia
Fine del mondo
Fulmini e Saette
Gesù di Nazaret
Gramsci di Ales
Indebitamento
Indifferenza
Intellettuali
Ipertrofia
Irresponsabilità
Irriverenza
Kavafis
La Vita Nuova
Linguaggio
Lucrezio
'Ndrangheta
Necessità
Novecento
Ovvero
Partigianeria
Pasolini
Pesaro
Pianta
Poesia
Poesie omeriche
Poeta
Positivismo
Possibilità
Potere
Previsione
Professionisti
Proiezione
Raffreddore
Realismo
Relativismo
Religione
Ridere di chi?
Riforma
Sacrificio
Scienza
Sessantotto
Silenzio
Sindrome
Solidarietà
Sofferenza
Solitudine
Sospetto
Stato
Stronzate
Suicidio
Superbia
Suscettibilità
Televisione
Tolleranza
Torto
Uomo
Vecchia
Verità
Vero e Falso
viacrucis
Volgarizzazione
Tutte le pagine

 

 

Nella sfera intellettuale e morale la cultura laica italiana è superiore alla cultura cattolica. Ma nella sfera politica e organizzativa è vero il contrario. I cattolici praticano anacronistici riti e tuttavia sono “vincoli”, i laici ne inventano uno più del diavolo ma sono “sparpagliati” – per adoperare la formula comica di Peppino De Filippo attore-autore.

Prendiamo ad esempio un fenomeno cattolico ed uno laico, un santino e un movimento, padre Pio e i girotondi.

Da anni uno sciame infinito di statue e icone votive del tristo frate conquista e occupa chiese piazze condomini strade vette sentieri coste, battaglioni di devoti pellegrinano al suo ipersantuario, un canale televisivo satellitare manda in onda il suo sarcofago. E qual è la novità di questo fenomenale santino? Le stimmate. Le stimmate “somatizzazione della sua isteria” (Agostino Gemelli medico), fiorite infatti nel posto sbagliato: nel palmo della mano invece che nel polso – come sa ogni macellaio antico o moderno. Tuttavia il fenomeno cattolico padre-san Pio resiste e cresce, sapientemente organizzato dai professionisti del potere religioso.

E il fenomeno laico dei girotondi? Sfiorito in una stagione. Come mai, pieno com’era quel movimento di nuove idee e fresche energie, di bisogni storicamente progressivi, di giocose iniziative e allegre diversità? Perché è stato infiltrato dall’alto e invaso dal basso dagli aspiranti o reiteranti professionisti del potere politico. E siccome una comunità laica diretta da sacerdoti è una contraddizione mortale, bollita la laicità, svaporato il movimento. Il diavolo fa le pentole, non i coperchi.

 

(Alias, 16 marzo 2006)