Home Essays Predilezioni. - Rothko
Predilezioni. - Rothko PDF Stampa E-mail
Indice
Predilezioni.
Autobiografia di Gramsci
Bernini
Bresson
Caravaggio cineasta
Caravaggio sottile
Cartier-Bresson
Cartier-Bresson ed io
Kafka
Keaton, Chaplin
Miró
Murnau
Omero
Pasolini, Gramsci, Gesù
Pasolini e i giovani
Rembrandt, Caravaggio
Rothko
Tutte le pagine

 

 

Visitando il Palazzo delle Esposizioni di Roma e visionando la mostra di questo artista lèttone-nordamericano che invano si è suicidato nel suo corpo di sangue e carne, tanto continua a vivere nel suo corpo di colori e tele, mi tornava in mente una sua breve storia dell’arte che somiglia maledettamente e benedettamente alla storia della mia vita d’artista.

 



“Nelle società del passato l’autorità politica e religiosa formulava le regole e l’artista vi si atteneva, per guadagnarsi il pane. Oggi, in seguito alla scomparsa del mecenate temporale e spirituale, la storia dell’arte è la storia di uomini che hanno preferito la fame alla remissività, ritenendo che la scelta valesse la pena.” Mark Rothko, L’artista e la sua realtà.

 

10 ottobre 2007