Home Film VideoDiario di un Re prigioniero - Sinossi / Synopsis
VideoDiario di un Re prigioniero - Sinossi / Synopsis PDF Stampa E-mail
Indice
VideoDiario di un Re prigioniero
Auto-critica
Appunti sull'audiovideo
Dialoghi sull'audiovideo
Appunti di regia
Agostino e Gogol'
Shakespeare e Gogol'
Email a Gabriele Parrillo
Email a Francesco F
L'idea del dormiveglia
Dichiarazione del regista
Presentazione del critico
Sinossi / Synopsis
Domande utili / Useful questions
Titoli di testa
Titoli di coda
Appunti per l'intervista a Roberto
Email a Umit
Email a Luis
Tutte le pagine

 

 

 

 

SINOSSI


 

Orlando Orlandi ha quasi quarant’anni ed è impiegato in un ministero romano. Una mattina della primavera dell’anno 2005 inizia a vedere e sentire cose che altri non vedono e non sentono, e decide di tenere un diario con la videocamera, un Videodiario.


 

Nei giorni e nelle notti seguenti registra e monta a modo suo il processo che lo trasforma da Orlando Orlandi a Sisto Sesto, da funzionario di seconda a Re di Spagna, da innamorato pazzo della figlia del Direttore a Re prigioniero del Grande Cancelliere.


 

Da cosa è composto questo Videodiario? Dai racconti a memoria delle quotidiane e notturne esperienze di lavoro e di disamore di Orlando > Sisto – autoregistrati con la videocamera, e dalle riprese audiovisive che egli stesso realizza prima in giro per la città di Roma e poi nel Palazzo Reale di Madrid nel quale è imprigionato.


 

Attraverso il montaggio che mano a mano compie del suo Videodiario questo nostro fratello funzionario, le riprese del mondo esterno (oggettive) interferiscono nei racconti a memoria (soggettivi), dando forma ad un’opera realistico-soggettiva, un resoconto audiovisivo di cosa si produca nella nostra mente quando viviamo e raccontiamo.


 

 

SYNOPSIS

 

 

Orlando Orlandi is almost 40 years old and he works in public office in Rome. One morning in the Spring of 2005 he starts hearing and seeing things no one else does and so he sets on to record a videodiary with his videocamera.


 

In the following days and nights he edits the film and transforms himself from Orlando Orlandi to Sixtus Sextus, from junior manager to the King of Spain, from a person madly in love with the daughter of his boss to King prisoner of the Great Chancellor.


 

This videodiary alternates everyday memories of his day life and job with nght impressions and love fall-outs of Orlando-Sixtus. He records with the videocamera in his house, walking around Rome and in the Royal Palace in Madrid where he thinks he is confined.


 

While the days go by, his editing is more and more chaotic, letting pieces of the outside world and of his imagination interrupt the flow of his narration. The resulting video is aa realistic-subjective work, an audio-visual recount of what happens in our minds when we live and then re-tell what we have lived.