Home Film VideoDiario di un Re prigioniero - L'idea del dormiveglia
VideoDiario di un Re prigioniero - L'idea del dormiveglia PDF Stampa E-mail
Indice
VideoDiario di un Re prigioniero
Auto-critica
Appunti sull'audiovideo
Dialoghi sull'audiovideo
Appunti di regia
Agostino e Gogol'
Shakespeare e Gogol'
Email a Gabriele Parrillo
Email a Francesco F
L'idea del dormiveglia
Dichiarazione del regista
Presentazione del critico
Sinossi / Synopsis
Domande utili / Useful questions
Titoli di testa
Titoli di coda
Appunti per l'intervista a Roberto
Email a Umit
Email a Luis
Tutte le pagine

 

 


Nel mezzo del dormiveglia tra sabato 2 e domenica tre aprile mi viene in mente questa idea: una serie di inquadrature relative allo stesso tema, insomma una sequenza riconoscibile in quanto tale (unità di tempo e luogo), si presenta a spizzichi e bocconi, la prima volta durante una pagina di diario registrato, la seconda volta durante un’altra pagina, la terza in altra ancora, la quarta – proprio come le immagini ricorrenti che mi assalgono ossessivamente, enigmaticamente, in apparenza a sproposito in essenza a ritmi fisiologici-biologici-fisici, a spizzichi e bocconi.

 

Secondo questa idea:

 

1…il cane bianco maculato di arancione entra in campo scodinzola arriva in primo piano ci guarda se ne va resta un prato…

 

2…l’astronauta bianco con maschera rossa che fa qualcosa circondato da moscerini-aureola…

 

3…l’astronauta bianco parlotta con un tizio in nero – panoramica – altro astronauta…

 

4…foto del cane che ci guarda in primo piano…