Home FotoGrafie e Belle Arti Fotografie e Fotogrammi - Periferie e Muri
Fotografie e Fotogrammi - Periferie e Muri PDF Stampa E-mail
Indice
Fotografie e Fotogrammi
Porti e Piazze
Silenzi e Grida
Città e Paesi
Porte e Finestre
Fotogrammi
Nature vive e morte
Ritratti
Periferie e Muri
Due e Tanti
Tutte le pagine

 

 

 

 

 

PERIFERIE / Roma, Centocelle, 6 novembre 2008 13:23

 

 

 

PERIFERIE / Liray - Chile, 29 giugno 2009 16:40

 

 

 

PERIFERIE / Roma - 4 marzo 2012 9:51

Mattina di Domenica. La Casilina verso Centocelle. E' tempo di primavera, venendo qui ho intravisto un mandorletto fiorito, ma sento solo la fine dell'inverno - quello lastricato di buone intenzioni.

 

 

 

PERIFERIE / Benevento, 11 maggio 2009 12:28

 

 

 

PERIFERIE / Genova, dal sestiere Oregina - 30 settembre 2007 10:06

 

 

 

PERIFERIE / Roma, via dei Gelsi, 1 ottobre 2006 8:05

 

 

 

PERIFERIE / Roma, via Casilina, 22 aprile 2010 9:48

 

 

 

PERIFERIE / Roma, Via Casilina, 6 maggio 2009 10:10

 

 

 

MURI / Roma, sottopasso della Stazione Trastevere, 11 aprile 2007 11:26

 

 

 

MURI / Roma, Piazza di San Clemente, 6 ottobre 2006 16:16

 

 

 

MURI / Roma, 4 novembre 2011 10:28

 

 

 

MURI / Genova, Sestiere Oregina, 18 maggio 2009 6:03

 

Questa foto, pubblicata sul sito-rivista il 27.07.2009, ha suscitato i seguenti commenti:


Inviato: 27/6/2009 9:41

Autore: Eleonora Terrile

Ieri albero dalla chioma rigogliosa piena di merli, passerotti e rondini di passaggio, oggi, forse, spaventapasseri. Spero che la potatura abbia una giustificazione valida. Unica consolazione, forse, il resto di quest'albero sta godendo della "vista a mare". In effetti Genova è facile da comprendere: a nord i monti, a valle il mare. Stop. Altro che le "fette di torta" in cui sono divise altre città: vere e proprie sfide per chi, come me, non ha senso dell'orientamento!


Inviato: 27/6/2009 20:10

Autore: Pasquale Misuraca

@ Eleonora
Vero verissimo: Genova e' disposta in maniera chiara. Come il Purgatorio (a proposito: sto lavorando a un Purgatorio dal quale non sempre e non solo si sale - in Paradiso - ma anche e parimenti si scende - all'Inferno).
Quanto al fantasma dell´albero, (anche questo) viene da una stroncatura (dalla potatura vengono i morti). Fantasmi e morti, comunque, lasciano segni, sui muri, nei cuori.)


Inviato: 1/7/2009

Autore: Pasquale Misuraca

ancora @ Eleonora (e ai lettori-ascoltatori-visionatori tutti)
Rileggendo la mia risposta al tuo commento mi rendo conto che sono stato criptico.
Volevo dire... ciò che avevo visto - e che mi aveva spinto a fare quella foto: l'ombra, la traccia, l'impronta della chioma di un albero (poi crudelmente mutilato), il quale albero, nel suo insieme organico, grazie all'azione, alla partecipazione, alla complicità del vento, ha lasciato sul muro vicino i segni visibili della sua vita agitata.
L'insieme m'è sembrato uno spunto interessante per la rappresentazione fotografica d'un fantasma, dei fantasmi. (Chissà cosa ne pensa Alberto, che è riuscito a fotografare persino gli angeli...)


Inviato: 2/7/2009 9:50

Autore: Eleonora Terrile

Ah, ora vedo traccia della chioma dell'albero sul muro.
La prima volta mi ero solo concentrata sul tronco. Ahi, ahi, ho guardato, ma non ho visto! (Come direbbe Alberto!)

 

 

 

MURI / Santiago de Chile, 17 luglio 2009

 

 

 

MURI / Roma, Sant'Andrea delle Fratte e Palazzo di Propaganda Fide, 9 marzo 2007 12:52 (a)

 

 

 

MURI / Roma, Sant'Andrea delle Fratte e Palazzo di Propaganda Fide, 9 marzo 2007 12:52 (b)

 

 

 

MURI / Roma, Via Labicana - 2 novembre 2013