Home Romanzi e Racconti Vite brevi - Pirro
Vite brevi - Pirro PDF Stampa E-mail
Indice
Vite brevi
Alessandro Magno
Ceutomino
Cleopatra
Eftimios
Pirro
Ponchai Wilkerson
Ümit Manšur Åga
Tutte le pagine

 

 

Era un bel giovane dai capelli rossi (questo voleva dire il suo nome). Viveva fin da bambino come bambina nella reggia dell’isola di Sciro. Enieo, questo il nome del re e voleva dire “buon guerriero”, lo aveva allevato insieme alle sue figlie, una delle quali, Deidamia (“colei che obbliga i nemici”), si attorcigliò amorevolmente con lui. Lo stesso giorno in cui Pirro divenne padre di Neottolemo (“il rinnovatore della guerra”), Enieo gli rivelò che il suo padre naturale Peleo (“fatto di argilla”) lo aveva nascosto presso di lui per evitargli il destino di morire giovane in guerra. Pirro pensò al significato dei giorni e dei nomi, al divertimento degli dèi spettatori delle tragedie umane e dei lettori testimoni delle loro rappresentazioni, baciò la moglie e il figlio, indossò le armi e il nome di Achille (che vuol dire “senza labbra”), e partì per la guerra di Troia.